Badante: obblighi a carico della famiglia

Dichiarazione di ospitalità a cittadino extracomunitario
In base all’ Art.7 del D.Lgs. 25 luglio 1998, n. 286, chi ospita un cittadino extracomunitario, anche se minore, nella propria abitazione ha l’obbligo di darne comunicazione entro 48 ore (per il calcolo sono esclusi i giorni festivi) all’Autorità di Pubblica Sicurezza del luogo ove si trova l’immobile. Lo stesso obbligo sussiste per chiunque ceda la proprietà o il godimento di beni immobili, rustici o urbani a cittadini extracomunitari.
Qualora non vi sia la Questura o un Commissariato di Polizia, l’Autorità competente a ricevere l’atto è il Sindaco.
La dichiarazione deve essere fatta dalla persona proprietaria dell’immobile o titolare del contratto di locazione compilando l’apposito modulo.
La dichiarazione deve contenere:
•    generalità del denunciante, generalità dello straniero, estremi del passaporto o documento di identificazione dello straniero, l’esatta ubicazione dell’immobile ceduto o in cui la persona è alloggiata o ospitata, il titolo per il quale la comunicazione è dovuta;
•    alla dichiarazione di ospitalità va allegata la fotocopia del documento di riconoscimento in corso di validità (passaporto o documento di identità dello straniero) del dichiarante.

Scarica la dichiarazione di ospitalità

 Archè non risponde di eventuali sanzioni che dovessero insorgere per negligenza rispetto a quanto indicato.